Quel pasticciaccio brutto dei viaggi nel tempo | 10 Piccoli film | Beetlejuice

QUEL PASTICCIACCIO BRUTTO DI VIAGGIARE NEL TEMPO

Alle prime proiezioni dei fratelli Lumière, all’uscita del cinema deve essere andata più o meno così:

– Incredibile eh?
– Carino sì…
– Carino? Dai è assolutamente pazzesco! Quel tizio che annaffia e poi viene annaffiato! Che ridere, è come se fossimo stati lì con lui!
– No no, certo, è una cosa mai vista, non dico di no…
– E la locomotiva? Quando entra nella stazione? Dai la locomotiva è il massimo! Io stavo per alzarmi e correre fuori eh!
– Sì, la locomotiva  sembrava vera, ti confesso che anch’io per un instante ho pensato di…  Mah…
– Sai che non ti capisco? Questa è l’invenzione del momento, la fotografia in movimento! E tu sei lì con quella faccia, come se avessi visto il solito teatro dei burattini!
– Sono deluso. Ecco, l’ho detto. Mi sono annoiato a morte, per la miseria. Io mi aspettavo di vedere qualcosa di veramente incredibile, uomini che si moltiplicano, treni che volano, razzi sulla Luna! Non questa roba.
– Uomini multipli? Razzi? Luna? Al cinema? Méliès, è un po’ che te lo volevo dire, tu stai andando veramente fuori di testa.

Melies - Viaggio nella Luna

Méliès, che grazie a Dio di mestiere faceva l’illusionista e non l’imprenditore, aveva capito quasi subito che il futuro del cinema non era riprodurre la realtà, ma stravolgerla e ricrearla. Mettetela così: se esiste il cinema, dovete ringraziare i Lumière, se esiste il cinema che vi piace, ringraziate Méliès.

Perché questa assurda introduzione in un articolo dedicato ai viaggi nel tempo e ai suoi paradossi? Perché, vedete, se volessi citare qui tutte le pellicole in cui i personaggi viaggiano nel tempo, l’elenco sarebbe molto, molto lungo. Sarebbero in definitiva tutti i film realizzati dopo che Méliès ha inventato quelli che oggi è considerato il tratto distintivo del cinema: il montaggio. Il montaggio è manipolazione dello spazio e del tempo. Se vediamo intere vite o guerre decennali nell’arco di un paio d’ore,  se un attimo si dilata per decine di secondi, se abbiamo i flashback, i flashforward, le narrazione parallele e i film raccontati in un ordine cronologico arbitario, è grazie al montaggio.
Quindi tutti i film sono film di viaggi nel tempo, solo che nella maggior parte dei casi i personaggi non lo sanno.

Certo però che in questo modo non andiamo da nessuna parte.  Questa è teoria e anche un po’ filosofia, mentre l’obiettivo qui era fare una lista di film poco conosciuti dove i protagonisti cercano di cavarsi d’impaccio da guai più o meno seri con il tempo.

Bene, allora eccola. In quell’impeccabile ordine caotico che piacerebbe tanto a Cthulhu.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

COMMENTI

avatar
  Registrati  
Notificami
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Categorie

GENERI

Tags