COHERENCE (2013) di James Ward Byrkit | Mini Recensioni di Beetlejuice

COHERENCE

“Se stiamo collassando in questo momento, sarò io a collassare su di loro. Non aspetterò che ci collassino addosso.”

Nel cinema gli oggetti astronomici sono, dopo i cimiteri indiani, il più frequente e preoccupante presagio di sventura. Se poi prendete una cometa, con un orbita sospettosamente vicina alla Terra e la sua abilità di sospendere la decoerenza quantistica di oggetti macroscopici come case e relativi occupanti, allora capite che la probabilità che le cose vadano in vacca aumenta molto rapidamente. Se non avete capito nulla della parte “decoerenza quantistica di oggetti macroscopici” non preoccupatevi, Coherence è un ottimo spettacolo anche per chi non ha nessuna nozione di fisica quantistica. Del resto avete visto Interstellar senza fare corsi accelerati di Relatività, no? Però qui qualcosa puzza… Non stavamo parlando di viaggi nel tempo e compagnia briscola, cos’è adesso questa quantisticosa? Su avanti, un po’ di fantasia: tempo, spazio, spazio-tempo, multiverso, infiniti universi, colonie di gatti di Schrödinger randagi insomma se uno viaggia tra universi, viaggia anche nel tempo, no? Qui comunque siamo sempre dalle parte di Primer e Time Lapse: budget risicatissimo, pochi attori, una (multi)stanza e ottime idee. Potremmo definirlo  thriller-quantistico, ma solo se non avessimo di meglio da  fare, quindi noi continueremo a chiamarlo film.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Coherence - poster
Titolo italiano: Coherence. Oltre lo spazio e il tempo
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email

Categorie

GENERI